Un'installazione video teatrale ispirata al Processo di Franz Kafka.

La messa in scena

Come nel romanzo il testo della pièce procede con una scrittura volutamente spersonalizzante, priva di qualsiasi punto di riferimento trascinando in una condizione di ipnosi, in uno stato quasi onirico.

I riferimenti

Una lettura del testo comparata alle interpretazioni che ne fecero Orson Welles per il cinema e Guido Crepax per il fumetto.

Le intenzioni

Rappresentare il turbamento delle ambientazioni kafkiane con un taglio filmico e nello stesso tempo congelare con il fumetto la complessità dei rapporti tra i personaggi all'interno di vignette dal lieve tratteggio figurato.

“...seguire al microscopio il tessuto del libro: penetrarvi, restarvi invischiati e coinvolti (..)
"Si viaggia con Joseph K. per meandri bui, per vie tortuose che non conducono mai dove t'aspetteresti”

Primo Levi, Nota alla traduzione de Il Processo (1983)

SCARICA LA SCHEDA

Guarda il teaser di Kappa

Questa clip è il teaser di presentazione.della pièce Kappa - Lo specchio di un'illusione in programmazione il 22 aprile 2017 al Teatro Civico di Busca all'interno della rassegna "Acqua sotto i ponti" di Santibriganti - Teatri di Caraglio/Busca/Dronero/Centallo ed il 18 maggio 2017 al Teatro Magda Olivero di Saluzzo nella rassegna Saluzzo a Teatro 2017 - Stagione 2016-2017.

Questo mese in download nell'area riservata

Come Truffaut intervistò Hitchcock in un libro indimenticabile, così Peter Bogdanovich, regista di "L'ultimo spettacolo" e di "Paper Moon", intervista una delle più affascinanti, trascinanti e vitali figure di Hollywood: Orson Welles.

È un sogno che non ha punti di riferimento precisi. Non li ha perché è proprio l'assenza di forma che produce l'orrore della storia. La storia vorrebbe produrre una sensazione di angoscia informe, e l'angoscia è un tipo di sogno che ci fa svegliare di soprassalto, coperti di sudore, con un gemito sulle labbra.    download
Potrebbe sembrare quasi impossibile risolvere in figure e in poche parole scritte un romanzo come Il processo di Kafka. E questo per due ragioni fondamentali. Prima di tutto, a causa di quel sovraccarico di funzioni espressive che, nel romanzo, è deliberatamente affidato proprio al minimo spessore e alla manifesta fragilità dei nessi che costituiscono ciò che noi si chiama “l'intreccio”...    download